Robert Bernocchi, produttore di Pepito Produzioni e Data Analyst, ha presentato agli inizi dello scorso settembre, in occasione della 79a Mostra del Cinema di Venezia, all’interno dello spazio di Fondazione Ente dello Spettacolo, un sistema per monitorare tutti i risultati forniti dalle piattaforme di video on demand, sia per quanto riguarda gli ascolti che per l’analisi dei loro dati economici.

Le piattaforme denominate tecnicamente “SVOD”, ovvero erogatrici di contenuti su richiesta, sono quelle i cui servizi presuppongono il pagamento di un abbonamento per essere fruiti e sono oggi divenute patrimonio domestico molto diffuso, sia per quanto riguarda l’intrattenimento che lo sport.

Ha spiegato che uno dei motivi dell’importanza di questo nuovo sistema di monitoraggio della fruizione di video on demand è che siamo abituati a fruire una grandissima quantità di produzioni, pensando che questa sia la normalità. Nei prossimi anni, però, soprattutto nei Paesi in cui le produzioni locali non riusciranno a emergere a livello globale, la produzione dovrà ridursi per far tornare in ordine i conti di chi investe nello streaming. A quel punto sopravviverà soltanto chi riuscirà a trovare un pubblico e chi riuscirà a far quadrare i conti, per questo il sistema di intelligenza predittiva da lui presentato potrà essere utile in ottica previsionale.

Il sistema presentato da Bernocchi tornerà utile anche per verificare se i dati ufficiali dichiarati dalle piattaforme corrispondono alla realtà. «È utile in questo senso proprio vedere i numeri -ha specificato Bernocchi- vedere quello che abbiamo a disposizione e da questi numeri capire cosa effettivamente funziona e cosa no e non basarci magari su impressioni. Una cosa che mi viene da dire è che molto spesso tanti citano Apple TV come un esempio di piattaforma di successo con prodotti che piacciono, ma se andiamo a vedere i numeri, in realtà, questo gradimento è molto più critico che di pubblico e questa è una delle tante cose che ci fanno capire i numeri, andandoli a guardare».

Claudia Gallinaro, Cube Radio News, Venezia