Quando abbiano iniziato a progettare la nostra trasferta al Festival di Sanremo ci siamo chiesti come avremmo potuto gestire giornate di produzione così lunghe e intense, dovendo saltare da un luogo all’altro con tutti i dispositivi elettronici che inevitabilmente perdevano la carica sotto lo stress della manifestazione canora.

Così ci siamo rivolti a Toyota Ferri Auto, prima alla sede di Mestre più vicina a noi dello IUSVE, e poi a quella di Limena e e Due Carrare per una consulenza.
I professionisti della concessionaria ci hanno aiutato a trovare una soluzione: allestire un Proace Verso come un vero e proprio studio mobile. Cercavamo un monovolume silenzioso e acusticamente isolato così da poter registrare audio e video anche parcheggiati in mezzo al traffico caotico della città dei fiori.
L’altra prerogativa del van che ci è risultata indispensabile è l’abbondanza di prese di corrente a 12 volt che ci hanno consentito di ricaricare i nostri dispositivi in mobilità e di sfruttare il sofisticato sistema di intrattenimento di bordo per riascoltare i nostri servizi tramite webradio.
Quindi con gli esperti messi a disposizione da Toyota Ferri Auto abbiamo rimodulato lo spazio interno del monovolume togliendo agilmente due sedili posteriori, abbattendone uno centrale per utilizzarlo come piano di appoggio per mixer e computer.
Una sfida accettata e riuscita che ci ha pienamente soddisfatti sia sul piano tecnico che su quello del confort.